Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- Sono disgustato. Ogni giorno mi alzo dal letto con il voltastomaco. Ogni giorno sono preso dall’angoscia di vivere in un mondo egoista e superbo nei confronti dell’umanità. Diritti. Certo, sono sacrosanti, ma non si può stravolgere il ruolo della donna e farla diventare una macchina a disposizione dei maschi gay per avere figli.

Sono disgustato dalla sinistra, che ho sempre detestato, poiché ha fatto politiche che alla fine sono sempre servite solamente a loro. Vedi gli immigrati, poi alla fine si scopre che dietro gli immigrati c’è solo un grande business dove entrano a gamba tesa associazioni e cooperative di sinistra.

Lo stesso vale per le unioni civili con annesse adozioni gay, o meglio, il punto dove vorrebbe arrivare la sinistra, cioè all’utero in affitto. Dove sono andate a finire le femministe di sinistra, quella che rivendicavano il rispetto per le donne. Ora Niki Vendola, grande esponente della sinistra, ha usato una donna per avere un figlio. Le sue dichiarazioni in merito affossano tutti i principi delle femministe di sinistra: “La donna è essere inferiore, essa è stata creata per concepire figli quindi deve essere a disposizione di chi volesse usufruirne”. Parole che dicono ogni giorno chi crede a religioni diverse da quella cattolica. In un solo colpo il capo della sinistra ha messo a tappeto le ideologie di cui lui stesso faceva delle battaglie.

Ecco, per questo detesto la sinistra, perché fa battaglie per raggiungere obiettivi quasi personali. Per questo è stata cacciata dal parlamento dagli elettori. Ci sono altri piccoli focolai all’interno del parlamento, e presto il popolo sbatte fuori anche loro.

Non si può minimamente pensare di usare la donna come una macchina per partorire figli per i ricchi. Stiamo scherzando. È vero, la sinistra è contro la chiesa, questa è una storia vecchia di secoli, ma è anche vero che i principi della natura sono sacrosanti. Un bimbo nasce dall’amore di un uomo e una donna, la natura non ha detto che la donna va usata per partorire figli degli altri. Questa sinistra ha voluto le unioni civili, ma nello stesso tempo vuole capovolgere i valori dell’umanità basati sulla procreazione derivante dall’unione di un maschio e una femmina. Ecco, i diritti delle persone non c’entrano nulla con le adozioni gay e l’utero in affitto. La sinistra vuole sconfiggere i valori della chiesa, e forse ci sta riuscendo in pieno se i cattolici che credono nella vera famiglia naturale non si uniscono e combattono un sistema politico che vuole ancora la donna assoggettata ai voleri del maschio prepotente, che vuole usarla a piacimento per avere figli. E fa battaglie ideologiche per avere leggi di stato che lo consentono. VIVA LA FAMIGLIA NATURALE UNICA E INIMITABILE.

FRANCESCO TORELLINI