Lun. Ago 15th, 2022

ROMA- C’è un numero che circola in Italia che fa invidia a molti governanti di mezzo mondo. Il numero in questione è il 70, ed è la gioia dei governi italiani, tanto da fare rabbia a chi governa altrove. 70% è la tassazione oggi in Italia, e nonostante questa montagna di tasse, il popolo si sta indebitando per pagarle. Insomma, fa debiti per pagare le tasse alle istituzioni italiane.

Questo numero magico è la forza di chi governa il paese. La tassazione, che nel 2002, prima dell’euro, era al 23%, oggi è schizzata a un livello impossibile. I continui conti da mettere in regola, come richiesto sempre e incessantemente dall’Europa, hanno portato la tassazione ad esse ingiusta.

Tassazione, che se la valutiamo in toto, somiglia molto ad una vera estorsione legalizzata. Pensare di dover lavorare per dare il 70% di quello che guadagni alle istituzioni italiane, porta dritti ad uno stato opprimente che vincola la vita dei cittadini e gli impedisce di poter fare cose che non siano il pagamento delle tasse.

Un vortice che man mano sono passati glia anni ha messo in ginocchio l’intera nazione, portando prima di tutto ad azzerare i risparmi, e poi a mettere in ginocchio i consumi interni. Un boomerang dal quale nessuno riesce più ad uscirne. La forte tassazione sta impedendo al paese di venire fuori da una crisi spaventosa, che ormai dura da più di un decennio, ed ha portato l’economia a viaggiare su risicati zero virgola che non permettono di allontanarsi da una situazione ormai sotto la soglia del collasso.