Mer. Nov 30th, 2022

ROMA- Ora sono in tanti, anche i più incalliti sostenitori di un accoglienza a tutti i costi, che iniziano a temere di aver sbagliato approccio sull’immigrazione. Le atrocità delle ultime ore in Germania evidenziano uno stato di odio profondo proprio da parte di chi è stato accolto. Solo per un miracolo non si è sfiorata una grande tragedia, dove la bomba è esplosa nel posto sbagliata ma era destinata ad una grande manifestazione dove c’era quasi 2550 persone.

Abbiamo accolto chiunque in segno della solidarietà com’è giusto, ma ora si corre il rischio che queste persone possano scatenare nei nostri confronti un odio capace di uccidere. Sta succedendo in queste ore in Germania, e non bisogna sottovalutare quello che accade. La nostra debolezza si sta rivelando in tutte le sue forme. Siamo l’occidente accogliente e padrone dei diritti umani, ma non possiamo accogliere chiunque, questo lo abbiamo sempre detto e continueremo a dirlo.

Ora oltre al rischio terrorismo islamico, si associa la spirale di odio che questi profughi possono nutrire nei nostri confronti. Possiamo ritrovarci con doppi nemici in casa difficili anche da combattere, poiché sono nemici fantasmi che colpiscono inaspettatamente. Credo che sia giunto il momento di frenare gli ingressi e cercare di trovare le vie sia diplomatiche sia militari per eliminare lì dove ci sono, le dittature. È l’unico modo per far restare nelle proprie patrie chi fugge.