Mar. Ott 4th, 2022

BARI- Era il 17 agosto quando una banda fece irruzione in casa di una anziana donna per rapianarla. Durante la rapina la donna fu picchiata e violentata dal gruppo criminale. I fatti successero nel rione Carbonara a Bari. Nei giorni scorsi fu arrestati il primo componente della banda, un 26enne rumeno con l’accusa di rapina, lesioni aggravate e ritenuto unico autore della violenza sessuale. Ma ieri sono stati presi altri due componenti della banda, un 39enne e un 42enne, dopo le preziosi informazioni che la stessa donna aveva fornito alla polizia, il resto lo hanno fatto le impronte digitali repertate in casa e le immagini riprese dalla telecamere di sicurezza della zona. Avviate le indagini gli uomini della mobile sono riusciti a stanare l’intera banda. I tre avevano stordito la donna con scariche elettriche prodotte con un Taser, lasciandola poi tramortita sul pavimento. I tre rapinatori erano entrati nell’abitazione da una finestra, e dopo le violenze erano fuggiti con un magro bottino fatto di alcuni oggetti personali della donna, 100 euro ed un televisore.