Mar. Mag 24th, 2022
Enrico Berlinguer l'uomo del partito comunista italiano

La sinistra e i radical chic sono buonisti solo per i migranti, ma per gli italiani continuano a stare in silenzio e si mettono in ultima fila. Un tempo per la sinistra e partiti vicino alle idee di sinistra, le azioni politiche erano indirizzata al lavoro, agli operai, alla ricerca di iniziative e idee per combattere le disuguaglianze interne. Oggi invece per la sinistra, ormai considerata il partito dei migranti, l’unica attenzione che hanno è rivolta a chi deve arrivare nel nostro paese attraverso i barconi gestiti dalle mafie e gli scafisti.

Berlinguer starà rivoltandosi nella tomba a guardare l’atteggiamento ipocrita di chi oggi è erede di quello spaccato storico che comunque ha magistralmente aiutato a crescere il paese. La sinistra non rivolge lo sguardo ai problemi che ci sono dentro il paese, ma guarda solo come trovare il cavillo per galleggiare. Negli ultimi venti anni sono falliti tutti i partiti di sinistra, come è fallito il colosso di sinistra ereditato dal vecchio PCI. Un fallimento totale, proprio perché nessuno ha più creduto alle invettive senza immagine di una politica di sinistra senza più idee.

I lavoratori si sono sentiti traditi e abbandonati dai sindacati, dai partiti di sinistra, che hanno usato i loro voti solo per interessi lontani dai problemi che riguardavano gli italiani. Oggi continua a sbagliare. Continua a fare politiche inutili, e guarda solo con attenzione ai migranti che, purtroppo, stanno diventando gli schiavi del nuovo secolo. In Italia ci sono cinque milioni di poveri, 12 si avviano alla povertà, il lavoro è solo schiavismo, il lavoro è solo a tempo e non lascia costruire il futuro, le fabbriche chiudono, le piccole imprese chiudono, il commercio chiudo, l’Italia chiude, e le sinistre continuano a preoccuparsi dei migranti. Chissà cosa direbbe oggi Palmiro Togliatti ed Enrico Berlinguer!!!