Mer. Ago 17th, 2022

ROMA- Una nuova inchiesta al comune di Roma che non ha nulla a che vedere però con Mafia Capitale. È stato scoperto un giro di Mazzette che ruotano intorno ai campi nomadi della capitale. Sono in corso arresti e perquisizioni a danno di dipendenti del comune di Roma e imprenditori, tutti coinvolti in una vicenda di corruzione. Il giro di tangenti riguarda funzionari del dipartimento politiche sociali e salute del Comune e risale al periodo compreso tra la fine del 2013 e il marzo del 2014.

Nel mirino delle indagini sono finiti, dopo che sono state accolte le istanze da parte del gip Flavia Costantini, ha predisposto gli arresti per un imprenditore nonché assessore all’agricoltura del comune di Artena, oltre per un presidente di un consorzio onlus. I reati ipotizzati dal gip Flavia Costantini sono corruzione, falso in atto pubblico e turbativa d’asta. Ai domiciliari

L’inchiesta, portata avanti dai carabinieri della compagnia di Roma Eur, ha come arco temporale il periodo che va dalla fine del 2013 alla fine del 2014, quasi in coincidenza con la prima tranche di arresti di ‘Mafia Capitale’.