Dom. Ago 14th, 2022

ROMA- Questa classe dirigente, che ancora una volta spende e spande, ma non guarda con attenzione alle problematiche che riguardano gli italiani. C’è una forte disperazione in giro. Gente che non sa più come fare per andare vanti. Vento di sofferenza che si nasconde per non perdere l’onore costruito dopo tanti anni di sacrifici. Ma i politici, quella categoria che percepisce fino a 13mila euro al mese, perché così hanno deciso che fosse attraverso leggi fatte di pungo da loro, continuano a sorridere dietro le spalle di chi si sente soffocato da questo potere asfissiante.

Lucio Leonelli, 50 anni, e Grazia Spessato, 47 anni, per uscire da questa disperazione l’unica strada che hanno trovato è stata quella di farla finita con la vita. E sì, mentre i politici buttano nel cesso i nostri soldi, questi due onesti italiani hanno voluto dire addio alla sofferenza uccidendosi insieme. Ecco, oggi i cinquantenni sono la categoria che non ha più strade da vanti, e l’unica soluzione per uscire dall’inferno è la morte. Per loro c’era in dramma di non aver più lavoro, di non poter pagare il mutuo e la paura di ritrovarsi in mezzo a una strada, oltre alla vergogna di essere giudicati male da tutti. Il terrore de giudizio altrui, è il terrore maggiore che colpisce chi si ritrova in una situazione del genere. I due si sono barricati in casa e hanno messo fine alle proprie sofferenze con una pistola calibro 7.65 di proprietà della donna, che in passato aveva lavorato come guardia giurata. E stato il tanfo che proveniva dall’abitazione ha convinto i vicini di casa ad allertare i carabinieri. Quando i vigili del fuoco e i carabinieri sono entrati nell’abitazione in via Leonardo Da Vinci, c’è voluto poco a capire cos’era successo. Poco distante dai loro corpi i militari hanno ritrovato un biglietto, in cui i due chiedevano di essere cremati e spiegavano le ragioni del loro gesto, scusandosi. Hanno pensato di ripartire da zero con i soldi della liquidazione di Lucio, vendendo la casa prima che venisse pignorata, ma il loro piano non ha funzionato.

Ecco, questa è l’Italia che hanno costruito i politici tutti, l’Italia della disperazione, che per farla cessare bisogna dire addio alla vita.