Mer. Ago 17th, 2022

ROMA – In Italia è diventato inutile andare a votare, si spendono solo soldi, ma chi va a governare non comanda a nulla, e solo una pedina in mano a manovratori che gli indicano cosa deve fare. Spendiamo solo soldi inutili per votare: il nostro voto non serve a nulla. Anche ora che il popolo italiano ha parlato, detto cosa voleva, il governo è sotto attacco tutti i giorni. È già successo con Berlusconi, sta succedendo di nuovo col governo Conte.

L’Europa ci ha tolto la libertà di decidere chi mandare a governare, tanto loro vogliono solo governi amici che fanno quello che indicano loro. Monti arrivò a Palazzo Chigi per volere dell’Europa. Monti ci massacrò fino a toglierci il respiro. Ritornammo al voto, il popolo decise chi doveva governare. Ebbene, abbiamo avuto solo governi tecnici, quindi amici dell’Europa. Siamo ritornati al voto il 4 marzo, il popolo si è espresso in maniera diversa, ha cambiato tutte le carte in tavola, eleggendo il nuovo cacciando via gli amici dell’Europa.

Il nuovo governo sta cercando di far ripartire il nostro paese. Sta cercando di tirare fuori dalla povertà cinque milioni di italiani, cerca di evitare la povertà a diciotto milioni di italiani. Sta trovando misure per far ripartire il lavoro. Tante altre misure per evitare il tracollo definitivo. Ebbene, tutte queste misure utili ai cittadini italiani non vanno bene all’Europa e ai mercati finanziari che, attraverso lo spread, pilotano le scelte da fare. L’obiettivo è far cadere questo governo sul nascere. Questo governo ha solo la colpa di essere autonomo e non dipende dai ricatti esterni. Governi cosi non piacciano all’Europa.