Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA –Sono ore difficili per la capitale per via di diversi episodi di violenza sessuale che si sono verificati uno dietro l’altro. Dopo i fatti del bengalese che si è finto infermiere e ha tentato di violentare una donna incinta e un bengalese che ha molestata una donna al parco degli Acquedotti, ieri sera un altro caso si è verificato alla Roma Termini. Erano poco dopo le 22, quando una ragazza di trent’anni si è rivolta agli agenti del reparto Stazione Roma Termini raccontando che poco prima, mentre scendeva le scale mobili che dalla stazione Termini portano alla Metropolitana, un uomo, sopraggiunto alle sue spalle, le aveva infilato la mano sotto la gonna, toccandole con forza nelle parti intime, fuggendo subito dopo. L’uomo è stato individuato dopo diverse ore dagli agenti, che lo hanno trovato nei pressi della scalinata che dall’esterno porta all’area commerciale della stazione. Accompagnato presso gli uffici della Polizia Ferroviaria, l’uomo, un cittadino tunisino di ventisette anni, pregiudicato e in Italia senza fissa dimora, è stato riconosciuto senza ombra di dubbio dalla parte offesa e per lui è subito scattato il fermo di polizia giudiziaria. L’uomo è stato quindi associato alla casa circondariale Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.