Gio. Feb 2nd, 2023

ROMA- È partita la bufala Equitalia, la solita presa per i fondelli a cui gli italiani ci sono cascati subito. Innanzitutto in questo decreto che dovrebbe portare alla chiusura di equitalia, al momento, non c’è scritto quando questo mostro costruito da tutta la classe dirigente nazionale, sarebbe chiuso.

Di tutt’altra musica, invece, il discorso che riguarda i pagamenti delle cartelle in giacenza sulle quali gli italiani poveracci non riescono a chiudere occhi. Queste cartelle sono il frutto di una imponente tassazione messa in atto dai politici tutti da quando governano la nazione. Insomma, le persone non sono riuscite a pagare perché non possono pagare, ma sono state attaccate dal mostro equitalia con pesanti sanzioni che né hanno decretato l’aumento sproporzionato.

Parte quindi una vera rottamazione delle cartelle per consentire la chiusura dei conti con l’agente della riscossione anche attraverso un meccanismo dilazionato su due o tre anni. Il primo versamento da effettuare a stretto giro rispetto all’adesione alla definizione “scontata” dei ruoli e le altre tranche da saldare entro 12 e 24 mesi dal pagamento iniziale. Allora mi donando: se un poveraccio non ha i soldi, come fa a stretto giro a pagare la prima l’anticipo, e poi, ancora, come fa a pagare le rate in massimo 24 mesi? Quindi Renzi non ha capito che non tutti gli italiani guadagnano ventimila euro al mese. Perché, appunto, i soggetti più esposti nei confronti di equitalia sono e restano i poveracci.
Il 60% del potenziale aggredibile dalla rottamazione (poco più di 51 miliardi di euro) riguarda ruoli di provenienza dell’agenzia delle Entrate. Quasi il 21% è di competenza dell’Inps. Se si somma anche il dato dell’Inail (ruoli per 1,1 miliardi), sarebbero interessati dalla cancellazione dei ruoli circa 42,5 miliardi. Guardando chi sono i soggetti debitori, si scopre che il 38,2% sono persone fisiche, il 23,5% sono cittadini con un’attività economica (impresa o professione) e il restante 38,3% riguarda le società. Insomma, i poveracci che non avranno soldi per pagare cosa potranno fare?