Dom. Dic 4th, 2022

ROMA- Chi mi dice che stiamo bene in Europa, io rispondo perché forse ci sono interessi politici che fanno stare bene a chi ci vuole restare. E sì, perché l’Europa è come il governo italiano: si fossilizza su argomenti inutili e non certamente sulle priorità dei cittadini. E mentre in Europa dicono che la pizza va fatta in un forno elettrico o a gas e non più nel forno tradizionale, oppure si fossilizza sulle misure che devono avere le vongole, oppure fare formaggi senza latte fresco, i cittadini europei cercano di districarsi tra i mille problemi che ha creato l’Europa.

In Italia la musica va a pari passi con le cazzate europei, e quindi tra le tante priorità dei cittadini, come ad esempio uscire dalle tenaglie di equitalia o avere il lavoro, il governo perde tempo a fare leggi e riformi inutili. Infatti il governo prima combatte il fumo, le ludopatie, i tumori e le tossicodipendenze e con l’altra mano invece usufruisce «delle risorse derivanti dal gioco dal fumo e magari domani dalla legalizzazione della cannabis». E sì, infatti il governo sta portando in discussione in parlamento la legge per legalizzare la cannabis. Legge fortemente voluta dalle sinistre, che in materia di leggi strane sono dei maestri.

Per il governo del non eletto è necessario, come priorità per il paese, legalizzare il mercato di hashish e marijuana perché, secondo il governo, il proibizionismo ha fallito da tempo e chi si vuole drogarsi può farlo alla luce del giorno. Però c’è da dire che questa è un’altra mossa per fare soldi e incassare nuove risorse dalla vendita di sostanze stupefacenti. Purtroppo dinanzi all’emergenza lavoro, il governo fa bene a discutere come portare il paese a potersi drogare liberamente senza pensare a quello che fanno i politici.