Ven. Ago 19th, 2022

Fino al 4 marzo di quest’anno i TG nazionali e privati, media di tutto il mondo, tutti, ogni giorno, parlavano di barconi in mezzo al mare e di migranti in balia delle onde. Parlavano delle tante Ong che si prodigavano per salvarli, e poi invece abbiamo scoperto che le Ong facevano il doppio gioco. L’immigrazione era diventata la notizia di nicchia per tutti. Dietro c’erano i buonisti che stavano creando un tessuto sociale ingestibile.

Dopo il 4 marzo è cambiato tutto. È bastato un ministro degli interni con gli attributi, che ha saputo dire no, a fermare quella immane tragedia umana. Matteo Salvini ha puntato i piedi a terra e ha fermato anche gli interessi di scafisti senza scrupoli, che con questi disperati facevano un mare di soldi.

Oggi i TG tacciono. L’immigrazione non è più la notizia di nicchia. Nessuno ne parla più perché nessuno sbarca più sulle nostre sponde. Cosa più bella: i flussi si sono fermati alla partenza consapevole che in Italia non ci sono più i buonisti che li proteggevano. Lentamente si stanno arrendendo tutti. Azioni forti salvano la vita a tante persone e inducono gli stati ad aiutare questi disperati a ripristinare la democrazia nelle loro patrie per poi vivere liberamente a casa sua.