Mar. Ago 9th, 2022

ROMA- I burocrati europei tremano. Sono come qui condannati a morte che sanno che da lì a breve devono mettere la testa sotto la ghigliottina. A maggio si vota per le europee, e quello che è successo in Italia non doveva succedere. Loro hanno perso i governi amici che, ubbidienti, eseguivano gli ordini che arrivavano dall’Europa.

Se si considera che sul Def è partita una lettera da Bruxelles senza che nessuno abbia letto il Def, significa che tremano dalla paura. Hanno fatto tutto a occhi chiusi solo leggendo i titoloni di giornali che stanno cercando di dare una  mano a diffamare il governo Conte.

Il vero di tutto quello che sta succedendo dopo che l’Italia ha cambiato governo, è che l’Unione europea vuole fare la voce grossa con l’Italia solo per un motivo: se la Manovra dovesse portare la crescita sperata, significa che anche gli altri paesi europei saranno titolati a non seguire più le ricette di quest’Europa. Quindi è opportuno per l’Europa trovare ogni strada per annientare le scelte del governo del cambiamento.

Questo effetto domino ormai già si sente in tutti i paesi europei, dove ormai i sovranisti tallonano le vecchie logiche politiche. In tutti i paesi europei, compresa la Germania, le destre anti Europa continuano a crescere giorno dopo giorno, e sono la minaccia più grossa per i socialisti e le sinistre che finora hanno affossato l’interno vecchio continente.