Mar. Ago 9th, 2022

La Fondazione Craxi, ha dato vita al Comitato d’onore “Craxi 2020” composto da imprenditori, artisti, politici, giornalisti e metterà in campo oltre cinquanta iniziative di vario genere nel corso dell’anno, alcune delle quali interesseranno Napoli e la Campania. Ma il tutto, ovviamente, inizia con gli eventi di Hammamet il 17-19 gennaio dove sarà anche presentato in anteprima un docufilm.

Nel “Comitato d’onore” per il 20° Anniversario della scomparsa di Bettino Craxi sarà presente anche un casertano. È quando emerge dalle prime indiscrezioni. Il 19 gennaio 2020 saranno trascorsi venti anni dalla scomparsa del leader socialista. I Promotori del Comitato sono stati Stefania Craxi, Margherita Bonvier, Renato Brunetta, Stefano Caldoro,Nicola Carnovale,Fabrizio Cicchitto,Bobo Craxi, Angelo Cresco, Ugo Intini, Claudio Martelli, Riccardo Nencini,Maurizio Sacconi, Claudio Signorile, Saverio Zavattieri.

I nomi:

Nel comitato ci sarà anche Francesco Brancaccio Dirigente nazionale del psi e Responsabile Ecomafie ed Ecoreati del partito, l’ex Ministro Psi Carmelo Conte, l’attuale segretario nazionale del Psi Enzo Maraio ed Antonino Di Trapani. Numerose le adesioni anche dal mondo dello spettacolo e della cultura . Si parte da Massimo Boldi fino a Mara Venier passando per Alda D’Eusanio, Rita Dalla Chiesa, Costantino della Gherandesca, Lucrezia lante della Rovere , Renato Pozzetto,Beppe Dossena,Nicola Pietrangeli, Renzo Arbore, Eugenio Bennato, Caterina Casellie Donatella Rettore. Tra gli aderenti anche numerosi intellettuali e giornalisti tra cui Sergio Zavoli, Francesco Alberoni,Pietrangelo Buttafuoco, GianMarco Chiocci, Paolo Del Debbio,Giuliano Ferrara, Paolo Franchi, Paolo Liguori,Giovanna Magglie,Clemente Mimun, Fabrizio Rondolino, GennaroSangiuliano, Piero Sansonetti e Marcello Veneziani. Tra i sottoscrittori  presenti anche Tarak Ben Amar,Fedele Confalonieri, Maria Luisa Trussardi, Giuseppe De Rita,Filippo La Mantia, Isabell Allende .

 “Nella sua lunga e importante storia il socialismo è stato tante cose diverse, dichiara Brancaccio, Il socialismo liberale e riformista di Craxi, una cultura e non una ideologia, è un pensiero che ha superato il confronto con la storia. Molte intuizioni di Bettino rappresentano ancora oggi un’agenda per un buon governo del Paese, una bussola anche per i problemi internazionali come l’immigrazione, il terrorismo fino alla realizzazione dell’incompiuta Europa. I fatti dimostrano che si può ancora parlare di un’attualità del pensiero craxiano. Andare ad Hammamet per me come socialista è un onore e spero soprattutto che questa sia la volta buona per unire realmente tutte le anime socialiste presenti nel nostro paese e costruire quella vera unità sempre voluta da Craxi . Mai come in questo preciso momento storico, il nostro Paese ha realmente bisogno del motore riformista del Socialismo Italiano”.