Sab. Mag 21st, 2022

La tornata elettorale per le europee ha decretato vincitori e perdenti. Ha stabilito che le forze politiche minori non sono apprezzate dagli elettori italiani.

A fare le spese maggiori di questa sconfitta sono le forze di sinistra. Nessuno di essi è andato in Europa. Sono rimasti al palo raccimolando consensi da prefissi telefonici. Nemmeno Emma Bonino è riuscita a superare la soglia di sbarramento. Ma è proprio la sinistra radicale che esce dalla competizione elettorale con una figuraccia enorme.

A fare una brutta figura rientrano anche i tanti radical chic che in questi mesi hanno riempito i giornali con le loro invettive contro Salvini. Sano proprio loro i maggiori perdenti. Basti considerare che le loro battaglie sull’immigrazione ha visto nei comuni di Riace e Lampedusa la Lega vincere, segno che le loro parole nessuno le ascoltava. Quando i cittadini hanno votato, hanno dato fiducia a Salvini è non ai radical chic.