Mar. Ott 4th, 2022

LECCO-E’ successo a Barzanò, in provincia di Lecco, dove un pensionato settantenne si è ucciso nell’abitazione dalla quale stava per essere sfrattato. Sull’accaduto sono ora in corso indagini da parte dei carabinieri del comando provinciale di Lecco e della compagnia di Merate. L’uomo era in procinto di essere sfrattato, ed è stato proprio l’ufficiale giudiziario che era andato a notificargli lo sfratto che ha fatto la macabra scoperta. Infatti l’ufficiale ha chiamato i carabinieri e poi sono giunti i vigili del fuoco per aprire la porta d’ingresso, e una volta dentro hanno trovato l’uomo penzoloni.

L’uomo era separato e con due figli, ma le sue condizioni economiche da pensionato, non gli consentivano di vivere agiatamente. Gli amministratori comunali – come riporta LeccoToday – erano venuti a conoscenza soltanto un paio di mesi fa, ma i problemi non erano stati risolti. Sul tavolo l’uomo ha lasciato una lettera indirizzata ai familiari in cui spiegava di non poter andare avanti in quelle condizioni: “Non so dove andare, scusatemi”, c’era scritto.