Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA- Maurizio Belpietro, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Roma Capitale nel corso della trasmissione di Francesco Vergovich “Roma ogni giorno”, raccontando la nascita del nuovo quotidiano La Verità, di cui sarà il direttore. «Sarà in edicola da martedì prossimo sei giorni sue sette, con grandi collaboratori come Pansa, Giordano, Lorenzetto, Telese e non voglio fare un lungo elenco di bravi giornalisti che vogliono raccontare la verità. Poi mando in libreria il 20 settembre un libro che ha come titolo “I segreti di Renzi” e che promette di raccontare un po’ di retroscena. Il sottotitolo è: affari, banche, clan e trame, tutto quello che non vogliono farvi sapere». Ma se fosse rimasto a Libero avrebbe potuto pubblicare questo libro? «Se fossi rimasto a Libero forse non avrei potuto pubblicare alcuni articoli che avevo intenzione di pubblicare. Tanto è vero che uno degli ultimi articoli, che ha segnato l’addio, riguardava la riforma costituzionale varata dal governo, che non solo non funziona ma ci complicherà la vita. Un bravo giornalista deve raccontare la verità, quello che sa, soprattutto di non fermarsi davanti all’arroganza del potere, che sia economico o politico. Come dissi anni fa all’editore de Il Tempo: “Credevo mi avessi assunto per dare le notizie e non per nasconderle”, anche oggi questo è il mio motto».