Sab. Dic 3rd, 2022

NAPOLI – Il giornalista si è spento all’ospedale Cardarelli della città di Napoli a causa di una grave insufficienza respiratoria. Il noto giornalista aveva 84 anni, ed era storico volto del 90° Minuto negli anni in cui il Napoli di Maradona dominava sui campi d’Italia conquistando ben due scudetti. Iniziò il cammino nel mondo del giornalismo quando ancora studiava all’università, vergando articoli per il Corriere di Napoli. Entrò successivamente alla Rai nella redazione partenopea, leggendo il radiogiornale. In seguito passò alla tv. Conquistò la fama come telecronista delle partite del Napoli, lavoro che svolse ininterrottamente dal 1978 al 1993, nel rotocalco sportivo della domenica pomeriggio condotto da Paolo Valenti.

“Con Luigi Necco muore un maestro del giornalismo napoletano. Indimenticabile, nei miei anni di gioventù, la sua inconfondibile voce a 90^ minuto, sempre puntuale e pungente. Giornalista d’inchiesta e capace di approfondimenti originali, sempre da pungolo per tutti. Con Lui ho avuto un rapporto autentico, di stima e di affetto reciproci, gli ho sempre voluto bene anche quando capitava che non ne condividevo le analisi sulla Città. Con Luigi Necco se ne va un pezzo storico del giornalismo di Napoli. Un forte abbraccio personale alla famiglia ed al mondo dei giornalisti ai quali anche Necco, da pensatore libero, non risparmiava critiche. Ci resterà il ricordo della sua arguzia, della sua ironia e della sua straordinaria competenza sportiva ed archeologica. L’amministrazione comunale, a mio nome, esprime profondo cordoglio per la scomparsa di un napoletano vero, autentico, legato alla nostra terra da un profondo amore.”  È il messaggio di cordoglio del Sindaco Luigi de Magistris