Gio. Feb 2nd, 2023

NAPOLI-I Carabinieri della Compagnia di Chivasso, in collaborazione con i colleghi di Castellammare di Stabia (NA) e Frosinone, hanno notificato un ordine di custodia cautelare in carcere, in regime degli arresti domiciliari, nei confronti di quattro indagati italiani residenti in provincia di Napoli. Sono ritenuti responsabili di associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e alla frode assicurativa. L’operazione aveva già permesso di arrestare 4 persone.

Le indagine hanno svelato un’associazione specializzata nelle truffe e frodi assicurative, che con un raffinato sistema di falsificazioni della documentazione, presentata all’atto della stipula delle polizze RCA, riusciva ad «applicare» fortissime riduzioni sui premi da pagare. I clienti sono  tutti residenti nella provincia di Napoli e risultano fittiziamente residenti in provincia di Torino per avere forti sconti sul costo della polizza e veloci risarcimenti in caso di incidenti stradali. Uno degli indagati torinesi, già in carcere, in qualità di ex agente assicurativo, aveva nella sua disponibilità centinaia e centinaia di documenti d’identità, carte di circolazione e attestati di rischio provenienti da pregresse collaborazioni lavorative con alcune compagnie di assicurazioni.

Complessivamente gli episodi di truffa e falsificazione di polizze contestati agli indagati sono 161, tutti ai danni di una società assicurativa che è estranea ai fatti nonché parte lesa.