Dom. Feb 5th, 2023

NAPOLI -“Cosa sono disposto a fare in caso di scudetto? Quello che dico non potra’ mai corrispondere a quello che faro’: tutto andra’ oltre ogni immaginazione”. A parlare è Luigi De Magistris, sindaco di Napoli e tifoso biancoazzurro, oggi al programma di Rai Radio1 Un Giorno da Pecora, condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Dove ha visto la partita? “A casa, con mia moglie ed i miei figli”. Come ha reagito al gol? “Sono esploso dalla gioia e mi è dispiaciuto non poter esser a Torino, non sono andato perché oggi c’era il consiglio comunale sul bilancio a Napoli”. Il consiglio è cominciato ricordando la partita di ieri? “No, abbiamo ricordato lo scomparso Luigi Necco in apertura. Ma noi abbiamo il capogruppo dei 5Stelle che tifa Juve , si chiama Brambilla. Tranne che per lui, l’uomore in consiglio è stato splendido per tutti!”. La vittoria di ieri stata la gioia più grande da quando lei è sindaco? “Si. Il gol di Koulibaly è stata una gioia immensa: noi ci crediamo veramente a questo scudetto”. I festeggiamenti in città non sono stati eccessivi, visto che ancora non avete vinto il titolo? “A Napoli funziona così, vincere a Torino con la Juve è per noi un risultato incredibile, una festa così esplode e un napoletano non la puo’ contenere, è giusto così. Ora dopo 24 ore di gioia bisogna rimettere la testa sul collo, perché non abbiamo vinto ancora nulla”. Andrà a Firenze, per la prossima partita del suo Napoli? “No, anche perché quest’anno non sono mai andato a vedere il Napoli in trasferta, diventa un fatto scaramantico…”