Gio. Ago 18th, 2022

PARETE – Clementina Pezone alle ultime elezioni comunali era candidata con il PD, che si contrapponeva alla lista capeggiata dal sindaco Gino Pellegrino. Lista che spazzò via il Partito Democratico con una sonora sconfitta ottenendo un margine di vittoria superiore ai mille voti di scarto. La città di Parete disse basta alle politiche del PD rilegandolo all’opposizione dando spazio invece alla svolta che portava in campo la lista “Parete città viva”.

Durante l’ultimo consiglio comunale la consigliera Pezone, uscita dal PD, ha voluto spiegare le ragioni di quanto successo. “Sono stata epurata dal mio partito addirittura durante il consiglio comunale che mi vedeva votare a favore di un ordine del giorno della maggioranza. Il mio era un atto coerente con la mia visione di vedere la politica e lontano dalle posizioni del mio partito, proprio perché sono stata eletta per fare il bene dei cittadini e, in quell’occasione, si votava un provvedimento che favoriva i cittadini – ha esordito la consigliera Pezone – quello che è stato detto sul mio conto è il solito modo per screditare chi la pensa diversamente, ma non spiega che la politica si fa per aiutare i cittadini. Io ho solo messo in campo la mia coerenza per favorire i cittadini di Parete. La mia condotta politica è stata palesemente corretta a differenza di quello che poi si è detto e scritto sul mio conto. Continuerò a svolgere il mio ruolo di consigliera opposizione indipendente, ogni provvedimento sarà da me valutato e se favorisce i cittadini sarò sempre pronta a votarlo”.