Lun. Ott 3rd, 2022

Da sempre all’interno del PD di Parete, più volte candidata al consiglio comunale, Elga Ferrara questa volta ha dovuto affrontare la sfida più grande della sua vita politica. Ha dimostrato il coraggio di non tirarsi indietro in un momento dove il suo partito era entrato in pieno affanno. Mentre tutto intorno c’era il fuggi fuggi generale, lei non si è tirata indietro. Va dato merito a chi spende le sue energie per mantenere vivo un’ideale politico anche nei momenti più difficili. Ferrara ha dimostrato non solo di avere coraggio, ma anche gli attributi che la contraddistinguono da tutti gli altri componenti di un partito che ha scaricato le proprie colpe sugli altri. Arrivare al punto di non presentare una lista, è stato il punto più dolente di cinque anni fallimentari, dove il PD non ha saputo fare opposizione. Una mala gestione del partito ha portato a determinare un fallimento annunciato.

Mentre gli altri fuggivano di qua e di là, Elga Ferrara è rimasta al fianco del suo partito per riordinare i cocci della disfatta. Si è spesa, come sempre, affinché si costruisse perlomeno la contropartita. Quando ha capito che il partito era entrato in affanno ha dato la sua disponibilità a candidarsi. Lei è stata disponibile, altri, invece, hanno fatto le valige e sono scappati via. Per onestà intellettuale va dato merito a chi mostra coraggio e determinazione nei momenti difficili, ed Elga Ferrara, tra i tanti, ha dimostrato di avere le giuste qualità per dire, dopo, io non mi sono tirata indietro.