Dom. Mag 29th, 2022

I numeri di Parete sono andati in linea con quelli dell’intera provincia di Caserta. Parete aveva anche quattro candidati prettamente paretani, mentre buona parte dell’amministrazione comunale, otto consiglieri, hanno appoggiato la candidatura di Giovanni Zannini. Zannini è riuscito ad ottenere un ottimo risultato in ambito provinciali diventando il primo eletto, ma a Parete il suo nome non ha avuto il successo che tutti speravano.

I dati sono chiari: Pietro Smarrazzo 1055 voti; Luigi Roma 570; Luigia Martino 516 voti; Giovanni Zannini 503. Il 503 e il quarto posto in questa classifica nel comune di Parete, vede l’amministrazione uscirne del tutto ridimensionata. Se i tre si mettessero insieme alle prossime comunali, sulla scorta del risultato regionale, Smarrazzo, Roma, Martino, potrebbero essere vincenti nella prossima campagna elettorale per le comunali, scavalcando persino la lista del sindaco Pellegrino. Chiaramente le comunali sono tutt’altra cosa, ma questo risultato invoglierebbe a creare altre liste di rottura in caso di dissensi interni alla maggioranza capaci di destabilizzare il voto comunale. Lo scenario non è fantasioso, i primi sintomi di malessere già si evidenziano, e qualcosa potrebbe rompere gli equilibri. Il risultato di Zannini pone molte riflessioni sullo scenario per le prossime comunali che si terranno a maggio.