Sab. Mag 21st, 2022

All’indomani della confisca definitiva del capannone della ex Resit il Comune di Parete alcune settimane fa ne ha chiesto l’assegnazione all’Agenzia dei Beni Confiscati. In considerazione delle caratteristiche dell’immobile e della vocazione del nostro territorio la nostra idea è realizzare al suo interno il mercato ortofrutticolo.
Gli uffici comunali da settimane stanno lavorando alla fattibilità e alle procedure autorizzative.
Martedì 10 dicembre alle ore 10 – spiega il sindaco Gino Pellegrino – sono stato convocato alla conferenza di servizi in Prefettura di Napoli alla presenza di tutte le autorità preposte per discutere proprio dei beni confiscati alla camorra. Nel pomeriggio dello stesso giorno incontrerò la consulta comunale sull’agricoltura per illustrare il progetto dopodiché nei giorni successivi incontrerò gli operatori.
Le condizioni ci sono tutte per fare un bellissimo ed efficiente mercato. Un capannone coperto di 9.000 mq in buone condizioni, uffici per 420 mq e spazi esterni per 10.000 mq. Ben posizionato, facilmente raggiungibile ma allo stesso tempo lontano dalle abitazioni in modo da evitare di disturbare i residenti.
La realizzazione del mercato ortofrutticolo in tale sito sarebbe un grande segnale di speranza per la nostra comunità: da struttura problema a risorsa per lo sviluppo e la creazione di opportunità di lavoro.
Dopo la concretizzazione del ‘Parco Agricolo Urbano’ il Mercato Ortofrutticolo sarebbe il nostro secondo importante risultato per rafforzare la nostra economia agricola e i servizi agli agricoltori locali.