Sab. Nov 26th, 2022

ROMA- “Quando il potere è sempre nelle mani delle stesse persone, la democrazia è a rischio”. È dal 1970 che il potere politico è sempre nelle mani delle stesse persone. Sono cambiati i simboli dei partiti, ma le facce sono rimaste sempre le stesse. La frase iniziale spiega cosa significa dare mandato sempre alle stesse persone. La democrazia rischia di scomparire democraticamente. Il potere politico rimasto così a lungo nelle mani delle stese persone ha privato gli italiani del potere decisionale. Hanno costruito tutte legge che favorivano il loro potere, in modo tale da poter rimanere sempre in sella al comando.

Come popolo, l’Italia non ha saputo reagire a ciò che gli girava intorno, ed ha delegato, consapevolmente, sempre le stesse persone. Le stesse che poi, una volta al governo, hanno massacrato i cittadini con leggi viziate dall’irresponsabilità e l’incapacità di chi è stato eletto. Con la nuova legge elettorale votata da chi il potere non vuole perderlo, è l’ennesimo tentativo di porre fine alla democrazia elettiva degli eletti. Ancora una volta hanno deciso loro per loro, ma non per il popolo. Chi viene eletto fa quello che gli pare, tanto il popolo abbocca sempre.

È dal 1970 che il popolo italiano non partorisce una riscossa che guardi seriamente ad un cambiamento della classe dirigente. Siamo giunti alla fine di un percorso che vede il popolo colpevole assoluto dei danni del paese, poiché non ha saputo reagire cercando di costruire un futuro nuovo per i propri figli e le future generazioni. Per reagire non servono rivoluzioni, ma era necessario saper votare. È vero che alternative non c’erano, ma anche voltargli le spalle disertando in massa le urne, era un modo democratico per non farli rimanere al potere.

Con la nuova legge elettorale i partiti storici responsabili del disastro compiuto ai danni del popolo, ritorneranno a chiedere i voti per essere rieletti. Il metodo è sempre lo stesso, perché gli italiani ritorneranno a votare i simboli e non gli uomini e donne. Hanno studiato tutto bene, nulla è stato trascurato, in palio c’è la loro permanenza al potere, il popolo deve solo continuare ad obbedire ai loro voleri.