Mer. Lug 6th, 2022

ROMA- Non basta che l’Italia non cresce, c’è da registrare anche l’aumento del debito pubblico. Ormai il governo Renzi a guida PD sta portando il paese sul lastrico.  A giugno, rileva Bankitalia, il debito delle amministrazioni pubbliche si è attestato a 2.248,8 miliardi, in aumento di 70 mld rispetto a maggio. Nei primi 6 mesi il debito delle Amministrazioni pubbliche è aumentato di 77,2 mld. L’incremento riflette il fabbisogno (24,8 mld) e l’aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (56,8 mld). Gli effetti dell’ emissione di titoli sopra la pari, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio euro hanno ridotto il debito per 4,4 mld. Una situazione che il paese non può più sostenere. I cittadini si idnebitano per pagare le tasse allo stato e le istituzioni locali. Lo stato fa debiti fuori misura per mantenere la macchina pubblica. Insomma si fa a chi mette sopra e chi fa più debiti.