Dom. Set 25th, 2022

ROMA-I Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato due uomini, un cittadino romeno di 39 anni, con precedenti, e un italiano, di 41, incensurato, con l’accusa di possesso ingiustificato di carte clonate e abilitate al prelievo di denaro contante.

I due sono stati bloccati dai militari, nel pomeriggio di ieri, all’interno di un esercizio commerciale, per la ristorazione, situato in un’area di servizio del grande raccordo anulare di Roma, subito dopo aver effettuato un acquisto di gratta e vinci, per un importo di 276 euro, con una carta di credito clonata ed appartenente ad un circuito diverso da quello che era indicato sulla carta stessa.

Da qualche giorno erano stati notati pagare con delle carte di credito anche nello stesso esercizio e la sicurezza della servizi interbancari, notate le operazioni sospette, aveva allertato i Carabinieri.

Grazie ad una ricevuta, rinvenuta nel portafoglio di uno dei due, i Carabinieri hanno potuto scoprire che gli arrestati, poco prima, avevano effettuato con la stessa carta di credito un acquisto di carburante e di gratta e vinci, per un importo di circa 400 euro, presso un’altra area di servizio sempre situata sul raccordo anulare.

Il materiale rinvenuto e la carta clonata sono stati sequestrati e i due arrestati sono stati condotti in caserma in attesa del rito direttissimo.