Gio. Feb 2nd, 2023

ROMA -Una storia, quella di Dylan Askin, che oggi ha 4 anni, è incredibile e fa riflettere. Il piccolo quando aveva solo due anni fu colpito da un tumore raro ai polmoni. Uno di quelli che danno poche possibilità di vita. il piccolo arrivò al pronto soccorso con i polmoni collassati, dopo diverse analisi si scoprì che aveva i polmoni pieni di cisti. Ulteriori esami fatti al Queens Medical Hospital di Nottingham rivelarono che la causa di questo collasso polmonare era la massa di cisti che li ricoprivano per l’80%. La diagnosi è terrificante: istiocitosi polmonare, un tipo molto raro di cancro che colpisce solitamente i bambini.

La situazione si aggravò quando il bimbo contrasse una polmonite batterica. Finì in coma e le speranze sembravano perse del tutto. I genitori presero così la difficile decisione di staccargli la spina. Durante i giorni di Pasqua 2016, quando i medici iniziarono il conto alla rovescio e stavano per interrompere i supporti vitali, proprio in quel momento, i genitori notarono che le macchine registravano segnali di attività cerebrale. Fermarono immediatamente tutto perché le macchine a cui il piccolo era attaccato iniziarono a segnalare attività celebrale. I suoi livelli di ossigeno iniziarono a salire e Dylan si svegliò. Dopo un periodo in terapia intensiva, il piccolo poté tornare a casa. Il piccolo Dylan è stato poi sottoposto a chemioterapia fino a luglio 2017, ed è guarito. I suoi genitori hanno voluto ricordare l’incredibile storia di cui sono stati protagonisti.