Ven. Ago 19th, 2022

ROMA- Ieri a Monaco è stato un pomeriggio di sangue che ha portato a dieci morti e sedici feriti. Il tutto è successo in un ristorante McDonald’s e un affollato centro commerciale a nord della città. Ancora da capire la matrice di questo atto di sangue. La polizia sta scavando nella vita del 18 enne che è entrato nel ristorante ed ha iniziato a sparare. Si tratta di un ragazzo nato e cresciuto in Baviera, ma di origini iraniane. Ha ucciso 9 persone e poi si è sparato. Le ipotisi in mano alla polizia sono di terrorismo o di pura follia. Una giornata di lutto nazionale è stata proclamata per oggi in Baviera, in memoria delle vittime dell’attentato.

Il giovane killer ha iniziato a sparare con una pistola poco prima delle 18 davanti al fast food. È stato inseguito da agenti in borghese e poi, come confermato dal capo della polizia di Monaco, si è suicidato a circa un chilometro dal centro commerciale. Gli investigatori ora escludono che il giovane avesse complici o che ci fossero altri attentatori.