Mer. Feb 8th, 2023

ROMA- Fanno i moralisti, chiedono sempre di più ai cittadini, ogni tassa già comprende tutto, ma poi ci ritroviamo a pagare sempre una tassa nella tassa. Quello che mi fa ridere di più è il famigerato tiket mensa per gli allievi delle scuole. Sono “ridicoli i politici e politichetti”. Credo che noi italiani paghiamo già abbondantemente i servizi che lo stato e i comuni devono renderci, purtroppo i soldi versati dai cittadini alle varie istituzioni si volatilizzano e vanno ad alimentare altre cose.

Ma dico io, quanto costa un piatto di pasta asciutta, quanto costa una cotoletta di pollo, quanto costa un hamburger, quanto costa un po’ di pollo, perché in fondo questo danno da mangiare ai bambini. Possibile che non si riesce a trovare la soluzione ottimale per eliminare definitivamente i tiket orrendi che in nessun altro paese e ridicolo come nel nostro. Eppure miliardi spesi inutilmente quelli ci sono.

E spesso, proprio per il pagamento dei tiket, assistiamo a episodi incresciosi che vedono bambini lasciati senza mangiare perché i genitori non hanno onorato il pagamento. In questo caso si mortifica la dignità di un genitore e, soprattutto, quella del bambino. Oltretutto le nostre mense non sono nemmeno adeguate per esercitare tale ruolo o non essitono proprio e bambini devono mangiare sui banchi, o peggio ancora il cibo è inadatto per i bambini, invece in Germania, Spagna e Regno Unito, dove vige il divieto, per esempio, di somministrare patatine fritte, dolciumi e cibi grassi durante il pasto principale. Le linee guida tedesche, addirittura, raccomandano che la mensa sia luminosa, ben arredata e colorata, con mobilia facile da pulire e che ogni bambino abbia a disposizione tra 1,4 e 1,7 metri quadri. Seppure in Germania si pagasse più di noi, ognuno pagherebbe volentieri per il solo fatto che il servizio reso è adeguato alle esigenze dei ragazzi.

Ma abolirlo il tiket si può, basta risparmiare su qualche porcata che fanno i politici, che spendono a malo modo le risorse dei cittadini, e si recuperano i soldi per dare la mensa gratis a tutti, senza distinzione sociale. Insomma, gli italiani il tiket mensa per i propri figli già lo pagano sulle tasse che rendono alle istituzioni centrali e locali. Altrimenti dovete spiegarci perché si pagano un elevato di tasse se poi dobbiamo pagare di nuovo altri servizi? Non vi sembra assurdo?