Ven. Ago 19th, 2022

Che sia stato calpestato il pane, non si condivide. Che sia stata usata qualche forma di violenza verbale, non si discute, va condannata. Che ora si stia facendo un caso mediatico il ragazzino che ha contestato attivisti di casapound, lo capiscono anche i piccini che la politica sta usando ciò che ha fatto il ragazzo. Ormai la politica è molto brava a strumentalizzare qualsiasi azione pur di fare odiens mediatico. Sono veramente dei bravi attori.

Si abusa troppo sull’odio razziale, tanto per non cambiare. Ormai è diventato uno stile di vita di una parte politica che da anni non riceve più consensi dagli italiani, e crede di ottenerli così.

Lo sanno anche i bambini che i rom creano problemi. Eppure la classe dirigente vuole difendere l’indifendibile. E proprio la città di Roma, ovvero la periferia della capitale, ha sofferto tantissimo il fenomeno dei rom. Eppure ogni qualvolta c’è da spostare qualcuno o accogliere qualcuno, le scelte ricadono subito sulle periferie. Ecco, il pomo della discordia sta proprio in questo atteggiamento. Le periferie sono esasperate. Basta girarle per capire come è alto il grado di insicurezza che avvolge i cittadini. Sono furibondi. La sera se giri i quartieri periferici fa paura, sembra il coprifuoco. Ma questo la politica lo sa?

Smettetela di parlare sempre di razzismo, odio razziale, di tutto questo il popolo italiano non conosce nemmeno il senso. È un popolo buonaccione, capace di togliersi un tozzo di pane dalla bocca per renderlo agli altri. Perché si vuole dipingere per quello che non è? La politica la deve smettere di accusare un popolo con grandi valori umani. Smettetela. Si incominciasse a fare una politica seria sui rom, con leggi mirate, altrimenti sorge il sospetto che situazioni come Torre Maura sono quasi un piacere per chi fa politica. E possibile che non vi accorgete che i cittadini quando parlate fanno le “pernacchie” perché sono anni che ascoltano sempre le solite prediche e chiunque va a governare la nazione o la città di Roma, non cambia mai nulla. Un po’ di buon senso non guasta!!!