Gio. Ago 18th, 2022

In occasione dell’inaugurazione della nuova biblioteca comunale, Vincenzo De Michele torna a Parete con il suo nuovo libro “Rimembranze paretane e non solo”. Sono un affezionato lettore di De Michele, ho sempre avuto l’onore di essere omaggiato dei suoi libri e li ho letti con grande amore, ed ogni volta è uno stupirmi per come riesce a catturare la mia attenzione. Spesso ci siamo incontrati a Caserta, vederlo camminare come un giovincello per corso Trieste, alla bella età di 98 anni, mi emoziona, perché è un pezzo di storia di Parete che tanto ha dato alla nostra comunità. Ha saputo raccontare nei suoi testi la comunità di Parete dopo la guerra, ed ha sempre tenuto legato il rapporto con il suo paese nonostante vivesse a Caserta. Scambiare due chiacchiere con lui, per me è stato sempre una fonte di arricchimento professionale e personale.

Vincenzo De Michele, classe 1920, è stato ed è uno degli intellettuali più influenti della Terra di Lavoro.
Come docente ha insegnato nella scuola pubblica fino a diventare Dirigente Scolastico del III circolo di Maddaloni. Come politico ha assistito agli anni del boom economico e democratico italiano dagli anni ’50 agli anni ’70 fino a ricoprire la carica di Presidente della Provincia di Caserta. Come autore di saggi e romanzi ha alternato testi di impianto storico-didascalico (È cosa buona e giusta, 1982; Il percorso della memoria 2001; Il secondo risorgimento 2010) ad altri di carattere romanzesco e pedagogico (Come un fiume carsico, 2014; Il sottile soffio dell’amore, 2015).
Arriva ora il suo ultimo lavoro, “Rimembranze paretane e non solo” (2018), un energico viaggio memoriale tra esperienze e vicende storiche della città di Parete, quella passata e questa presente.
Domenica 18, alle ore 18, Vincenzo De Michele sarà di nuovo a casa per presentare il suo ultimo capolavoro letterario che racconta le gesta di Parete di ieri e di oggi.