Dom. Ago 14th, 2022

Dopo il brillante secondo posto dell’ultima stagione, il Napoli vuole continuare a stupire e vuole consolidare la propria posizione, puntando a quel sogno scudetto accarezzato a lungo quest’anno in Serie A. Confermato Sarri in panchina, il ds Giuntoli sta lavorando per individuare i primi rinforzi che potranno permettere alla formazione partenopea di affrontare al meglio l’avventura della Champions League, che vedrà gli azzurri partire direttamente dalla fase a gironi nella prossima stagione.

In attacco il Napoli sembra volersi orientare verso profili particolarmente giovani, di prospettiva. L’ex Udinese ed Empoli Zielinski sembra molto vicino ad accasarsi in azzurro, con Sarri a caccia di alternative per la sua nutrita batteria di incursori che vede Callejon, Mertens, Hamsik e Insigne tra i titolari da far ruotare sul fronte offensivo. Ma un altro nome molto caldo è quello del bomber dell’ultima Serie B, Lapadula, che viaggiando a un ritmo di trenta gol stagionali sta per portare il Pescara in Serie A.

Lapadula è particolarmente appetito da altre formazioni: anche Juventus, Lazio, Fiorentina e Milan si sono avvicinate al talento italo-peruviano, ma il Napoli sembra in pole position per farlo crescere all’ombra di un altro bomber dei record, quell’Higuain che quest’anno ha polverizzato il primato di gol segnati in Serie A di Nordahl, che resisteva ormai da oltre sessant’anni. L’argentino dovrebbe essere un punto fermo del Napoli anche nella prossima stagione, ma è necessario restare sempre molto attenti a causa della clausola 94 milioni di euro, che se pagata, vedrebbe il Pipita lontano dalla Campania. Per il momento il bomber non si espone sul futuro, pensa soltanto a vincere la Coppa America con la sua Argentina (qui il calendario e le quote delle prossime gare)

Ma non è solo l’attacco il reparto che la società partenopea sembra decisa a rinforzare. Il grande sogno infatti è quello relativo al centrocampista messicano Hector Herrera, grande protagonista quest’anno con la maglia del Porto ed uno dei giocatori che hanno avuto il migliore impatto sulla nuova edizione della Coppa America, nel match che ha visto il Messico partire con una brillante vittoria per 3-1 contro l’Uruguay. Si tratterebbe di un profilo di grande spessore per una linea mediana ricca di elementi offensivi ma che ha bisogno anche di rinforzare la sua fase d’interdizione, pur contando già su un ottimo palleggiatore come Jorginho. Ballano cinque milioni di euro tra domanda e offerta, col Porto deciso a privarsi del suo gioiello per non meno di venti milioni.