Mar. Ott 4th, 2022

CASTELLAMARE-L’Amministrazione comunale esprime grande soddisfazione e ringrazia il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca  per l’interesse ed il grande risultato ottenuto  nella vertenza Fincantieri .

“Auspichiamo, dichiara il vicesindaco Maria Rita Auricchio, che questa nuova ed importante commessa per il cantiere di Castellammare di Stabia possa agire da volano per il rilancio delle attività del nostro cantiere e della città tutta, anch’essa  tanto provata dalla crisi economica nazionale.

Un doveroso ringraziamento va anche alla Marina Militare che ha mantenuto l’impegno preso, a suo tempo,  nei confronti di questa amministrazione e dell’intera cittadinanza.

A tale proposito colgo l’occasione per ricordare che frequenti e numerose sono state le iniziative pubbliche ed istituzionali sulla questione Fincantieri grazie alle quali  il Sindaco Nicola Cuomo, congiuntamente alle organizzazioni sindacali, è riuscito a polarizzare l’attenzione delle istituzioni regionali, nazionali e dei massimi  vertici della Marina Militare, a tale proposito  si ricordi l’importante visita in città del Capo di Stato Maggiore della Marina, Ammiraglio Giuseppe De Giorgi.

In questi incontri il nostro primo cittadino,  esaltando la grande storia del nostro cantiere, ha anche più volte evidenziato  l’importanza di realizzare il bacino di costruzione per il rilancio definitivo della cantieristica navale stabile.

Siamo fiduciosi che il  nostro Presidente Regionale, di concerto con l’Amministrazione,  continuerà  la sua azione presso il governo centrale per ealizzare di tale infrastruttura e  restiamo convinti che non farà mancare il proprio supporto  nella risoluzione  dei problemi lavorativi e sociali  di Castellammare di Stabia

Stiamo vivendo un nuovo e più concreto  momento di attenzione da parte del governo regionale  verso i problemi della  nostra comunità  e ciò per noi amministratori rappresenta un  ulteriore stimolo nonché un travaso di speranza e fiducia a che le criticità che abbiamo ereditato e che ancora oggi stiamo affrontando siano definitivamente risolte”.