Ven. Feb 3rd, 2023

ROMA – Erano lì per fermare il comizio di CasaPound, e per farlo hanno usato tutti i metodi illegali. Sono le personalità dei centri sociali, i cosiddetti antagonisti, che combattono il fascismo. Andrebbe ricordato a questi signori che il fascismo non esiste più, purtroppo esiste ancora il comunismo, una piaga sociale che andrebbe debellata alla pari del fascismo.

Gli scontri avvenuti tra centri sociali, antagonisti e polizia a Torino sono la dimostrazione che queste persone sono pericolose, perché o la pensi come loro o devi essere annientato. E loro hanno tentato di non far parlare chi la pensa diversamente da loro. Hanno lanciato contro gli agenti, posti lì a difesa della libertà di pensiero, bombe carta piene di chiodi e pezzi di coccio. Ordigni pensati appositamente per aumentarne la pericolosità. E forse anche per uccidere.

Un poliziotto è rimasto ferito da un ordigno lanciato dai facinorosi, colpendolo e ferendolo con un nuovo metodo da combattimento: un pezzo di ferro schizzato via da un petardo gli si è conficcato nella gamba. Sono bombe create per mutilare. Per diverse ore la polizia ha dovuto correre dietro ai circa 400 manifestanti scesi in piazza dietro lo striscione “resisteremo a oltranza”. Alla fine il bollettino di guerra riporta sei agenti feriti dal lancio di bottiglie, bombe incendiarie e pietre di grosse dimensioni.

Ecco, questi sono i signori dei centri sociali, nati apposta per stare da una sola parte politica e difesi da una sola parte politica. Nessuno la può pensare diversamente da loro. Con loro non c’è libertà di pensiero e di parola, solo il loro credo è legge. In questa campagna elettorale stanno ostacolando chiunque non è come loro, impediscono i comizi degli altri.