Gio. Feb 2nd, 2023

CIVITAVECCHIA-I Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Roma, nel corso di mirati controlli operati a Ladispoli, hanno denunciato G.M. per esercizio abusivo di una professione e hanno elevato sanzioni amministrative per carenze igieniche ad una attività di ristorazione.

In particolare i militari della Stazione Carabinieri di Ladispoli, unitamente ai Carabinieri del NAS di Roma, a seguito di prolungata attività info-investigativa,  ieri hanno eseguito un mirato controllo che ha permesso di denunciare alla Procura della Repubblica di Civitavecchia  un 62enne del luogo, odontotecnico,  il quale è stato sorpreso, all’interno di uno studio medico allestito con le necessarie attrezzature sanitarie, ad effettuare cure dentistiche senza alcun titolo accademico e abilitazione professionale.
I militari hanno sottoposto a sequestro il locale, nonché quanto rinvenuto all’interno ovvero le attrezzature sanitarie, diversi medicinali tra i quali anche degli anestetici e numerose radiografie attestanti una continuità lavorativa.
Nella sala d’attesa dello studio erano peraltro presenti alcuni pazienti che, ignari della situazione, dopo essere stati ascoltati, sono stati allontanati e invitati a rivolgersi a un professionista.
I controlli sono poi proseguiti presso un’attività di ristorazione ubicata sul viale Mediterraneo dove i militari hanno accertato la mancata osservanza delle norme igienico-sanitarie e delle carenze igieniche nella gestione dell’attività elevando sanzioni amministrative per un totale di 2.000 euro.