Mar. Nov 29th, 2022

CASERTA-“E’ stata un’audizione interlocutoria ma speriamo di arrivare alla ripresa dei lavori in tempi rapidi”. Lo dichiara il presidente del Pd campano e consigliere regionale Stefano Graziano a margine dell’audizione della V Commissione regionale con all’ordine del giorno il Policlinico di Caserta. “Ringrazio il presidente Topo – aggiunge – per la sensibilità dimostrata nei confronti di una problematica che si trascina da anni e che adesso è giunta ad una vera e propria  deadline. Non credo ci siano strade alternative alla ripresa dei lavori e, quindi, al mantenimento dei livelli occupazionali. E’ fondamentale che tutti i protagonisti agiscano con responsabilità di fronte ad un’opera che permetterà di fare un salto di qualità nella didattica, nella ricerca e nell’assistenza in Provincia di Caserta.  Il Rettore della Seconda Università Paolisso ha spiegato che ci sono le coperture finanziarie e che si attende il parere dell’Autorità nazionale anticorruzione per portare in consiglio d’amministrazione, già convocato per il prossimo 29 settembre, il provvedimento propedeutico alla riapertura del cantiere. L’aver stretto un accordo di vigilanza collaborativa con l’Anac è garanzia di legalità e trasparenza ma anche di velocizzazione. Le questioni sollevate dai lavoratori devono essere una priorità. A loro vanno garantite tutte le misure di sostegno previste dalla legge. Comprendo, inoltre, l’azienda, il cui rappresentante ha parlato chiaramente di sofferenza finanziaria chiedendo maggiore celerità nei pagamenti. Bisogna aprire una procedura semplificata per la più grande opera dell’ultimo secolo in provincia di Caserta”.
“La questione non si è esaurita oggi.  Terremo una nuova audizione non appena ci saranno novità sostanziali. Come consigliere regionale ma soprattutto come casertano continuerò a vigilare. Terra di Lavoro ha bisogno del Policlinico”, conclude Graziano.

Alla discussione ha partecipato anche il consigliere regionale Gianpiero Zinzi che nel corso del suo intervento ha affrontato la problematica nel suo complesso. L’esponente forzista ha rappresentato come la celerità della realizzazione di quest’opera sia, infatti, rilevante sia sotto il profilo sanitario perché il Policlinico ‘pesa’ sui posti letto assegnati alla provincia di Caserta comprendendo nel computo anche quelli della struttura al momento incompleta; e sia ancora sotto il profilo formativo vista la necessità di non correre il rischio, con ulteriori ritardi, di perdere la qualifica di ‘Policlinico universitario’.

“In Consiglio regionale sarò al fianco dei lavoratori, anche loro, insieme ai cittadini casertani, penalizzati da questa continua situazione di incertezza. Ogni posizione va tutelata, così come bisogna difendere il diritto alla salute dei casertani e ad una – quanto più possibile – completa  formazione degli studenti”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale casertano di Forza Italia, Gianpiero Zinzi a margine dei lavori della V Commissione.